Cammini Emilia Romagna Edizione 2021 - Una Chiesa nel bosco

Viae Misericordiae

Gli eventi potrebbero subire variazioni, contattare sempre gli organizzatori prima di recarsi in loco.

LINK ALL'EVENTO
Percorso all'interno del bosco di Volano a partire e ritornare dal Lido delle Nazioni. L'andata percorrerà l'interno del bosco per ascoltarne la voce e vedere la fauna, é l'occasione per vedere la chiesetta del bosco dedicata a S.Giovanni Gualberto Patrono dei Forestali, il ritorno potrebbe, a richiesta costeggiare il bosco sulla duna che lo separa dal mare per verificarne la delicatezza del territorio. Il sito comprende la pineta litoranea posta a Sud e ad Est della foce del Po di Volano, nonché l'antistante tratto di dune attive e la fascia di mare sino a 300 m dalla battigia. Il territorio e, in particolare, gli arenili sono di recente formazione, originati dal progressivo deposito di sabbie marine e comprendono anche la parte interna della lingua di terra nota come Scanno di Volano che, estesa a settentrione dell'omonimo Lido, tende a chiudere la parte meridionale della Sacca di Goro. Con l'allontanamento dalla linea di battigia, si sono sviluppate forme vegetazionali tipiche dell'ambiente dunoso. L'origine della pineta è artificiale, dovuta all'opera di rimboschimento compiuta a metà degli anni '30, disponendo lungo il perimetro dell'area di duna consolidata pini marittimi e, più all'interno, pini domestici. Nel 1966 la zona più depressa è stata invasa dal mare e l'acqua salata ha provocato una forte moria di pini. Il successivo rimboschimento ha portato a privilegiare il pino marittimo (Pinus spp.), più resistente alla salinità, e l'introduzione di specie autoctone, quali il leccio (Quercus ilex) e la farnia (Quercus robur). Il sito ricade totalmente nel Parco Regionale del Delta del Po (stazione "Volano, Mesola, Goro") e include la Riserva Naturale dello Stato del Bosco di Volano. Insieme con i siti vicini di Valle Bertuzzi, Sacca di Goro e Boscone della Mesola costituisce un unico importante e continuo settore del Parco del Delta e degli ambienti naturali costieri posti a sud della foce del grande fiume.

Il Delta del Po ospita 42 specie di mammiferi. Oltre ad alcune specie di notevole pregio conservazionistico come Istrice e Puzzola, sono presenti numerose specie di rari Chirotteri forestali quali il Vespertilio di Bechstein, la Nottola gigante ed il Barbastello. Altri mammiferi tipici delle zone umide sono il topolino delle risaie, che fa un nido sferico di steli tra le canne, l'arvicola d'acqua e il toporagno d'acqua.
Nel Bosco della Mesola e nelle aree boscate limitrofe si possono facilmente osservare i daini, probabilmente importati dagli Estensi perché facili da cacciare; la loro presenza ha causato seri problemi di competizione al cervo della Mesola. Il Cervus elaphus della Riserva Naturale del Bosco della Mesola è l'unica popolazione autoctona dell'Italia peninsulare e (FE) rappresentando un'entità faunistica di estrema rilevanza dal punto di vista zoogeografico, ecologico, conservazionistico e storico. Hanno dimensioni corporee modeste, scarso dimorfismo sessuale e palchi semplificati, caratteristiche tipiche di popolazioni adattate ad ambienti poco produttivi. Possiedono inoltre un genotipo mitocondriale unico, con una sequenza significativamente diversa da quelle di altre popolazioni di cervo rosso.
La Pineta di Volano fa parte della Riserva Naturale Po di Volano, che si estende per 386 ettari tra l’abitato di Volano e l’arenile. Oltre alla Pineta, la Riserva include anche lo Scanno di Volano, (corrispondente alla porzione settentrionale del litorale) e il Lago delle Nazioni.
A metà degli anni' 30 è avvenuto il rimboschimento, formato da pini marittimi e domestici.
Nel 1966 la zona più depressa è stata invasa dal mare: l'acqua salata ha provocato la morte di molti pini e si è dovuto rimboschire privilegiando il pino marittimo, che è più resistente alla salinità. Sono state introdotte anche altre specie autoctone, quali il leccio e la farnia.
Sulle sponde è diffusa la tamerice. La fauna selvatica è costituita da aironi rossi, cenerini, garzette, germani reali, gallinelle d'acqua e folaghe.
­DOVE
Comacchio, (FE)

­INGRESSO 10.00 €

GIORNI & ORARI
­INFO & BIGLIETTI